Creiamo un videogioco!

VIDEOGIOCO –  In un mondo che contemporaneamente condanna i videogiochi e  le sue creazioni tecnologiche, ritenendole inadeguate, e accusa i propri fruitori di incompetenza nella gestione delle stesse, è fondamentale avere una figura professionale, adeguatamente formata, capace di fornire delle linee guida che sopperiscano a tali mancanze. Nel team di Horizon sono molteplici queste figure e Ated-ICT Ticino ha voluto dargli fiducia organizzando insieme una serie di incontri relativi a videogiochi e navigazione in rete.

Horizon Psytech e l’obiettivo di educare alla tecnologia

Horizon Psytech nasce dalla necessità di accostare conoscenze e competenze di derivazione psicologica alle nuove tecnologie, con particolare attenzione ai videogiochi. Consci del fatto che una tecnologia altro non è che un mero mezzo creato dall’uomo per semplificargli la vita, I team di Horizon sceglie di credere nelle persone, confidando che queste ultime possano imparare a gestirle ed impiegarle in maniera coscienziosa, autonoma ed efficace per i propri scopi. In questo modo è possibile beneficiare completamente dei vantaggi che queste comportano, raggiungendo lo scopo per cui esse stesse sono state create.

Da qui l’interesse di Horizon Psytech per temi come la media education, la psicologia dei videogiochi, gli e-sport e la formazione del capitale umano. Il loro team offre servizi per le persone attraverso la progettazione, il testing e la verifica di nuove tecnologie. L’obiettivo è creare e rifinire servizi, artefatti e sistemi operativi che puntino a promuovere lo sviluppo delle potenzialità degli utenti. In questa ottica si inserisce il ciclo di incontri organizzati in collaborazione con Ated-ICT Ticino e ospitati dal Swiss Virtual Expo.

Gli incontri della serie: Creiamo un videogioco!

Per quattro sabati consecutivi, a partire dal 13 novembre, ragazze e ragazzi a partire dai 10 anni potranno imparare a programmare con l’aiuto id RPG Maker MZ e crea un videogioco proprio. In particolar modo durante il corso i partecipanti potranno imparare a creare un videogioco narrativo, di genere RPG (gioco di ruolo) per mezzo della piattaforma RPG Maker MZ.

Le lezioni sono organizzate come piccoli workshop in cui vengono spiegate le basi di utilizzo, ma non solo, estendendo gli argomenti dalla programmazione fino a grafica, marketing e analisi commerciale del prodotto. Sono otto i moduli che verranno affrontati. Nel dettaglio:

Modulo 1: Spazio alla mia storia  – Il primo punto nella realizzazione di un gioco è quello di avere un’idea. Verranno dunque sondate le possibili storie immaginate dai ragazzi al fine di dar forma al gioco in questione. Decidere una storia insieme è fondamentale in quanto presuppone organizzazione sequenziale, creatività e capacità pratica, attribuendo al videogioco una dimensione concreta e organizzata.

Modulo 2: Dalle idee al computer– Prima lezione di programmazione: vengono introdotte le basi, introducendo RPG maker. Si sottolineerà l’importanza della logica che soggiace ai videogiochi, al fine di far comprendere i meccanismi di pensiero utili per portare avanti progetti indipendenti in parallelo.

Modulo 3: Gamification e motivazione – Per far sì che una persona giochi al mio videogame devono motivarla adeguatamente. Com’è possibile perseguire questo scopo? Attraverso alla teoria della Gamification ai ragazzi verranno presentate le varie dinamiche di gioco (quelle più comuni) da integrare con la propria storia.

Modulo 4: Programmazione, parte seconda – Vengono portati avanti le basi di utilizzo del programma, introducendo le funzioni di personalizzazione: plug-in, modifiche del codice e caricamenti.

Modulo 5: Grafica e disegno – In questo incontro, oltre a portare avanti la costruzione del gioco, ci si concentrerà sulla grafica. Come si disegna? Dove è possibile reperire dei disegni per personalizzare il proprio gioco?

Modulo 6: Marteking e videogiochi – Il videogioco è pronto, ora come si fa a portarlo all’attenzione dell’utenza? Dai social Network agli store di vendita, saranno presentate tutte le possibilità e verrà spiegato come utilizzarle.

Modulo 7: Spazio al mio gioco – Lavoro indipendente al proprio progetto assistiti dal responsabile.

Modulo 8: Testing e presentazione dei progetti – In questa lezione ogni partecipante al corso proverà i giochi altrui, fungendo di fatto da beta tester e restituendo dei piccoli report. Quest’ultima funzione è fondamentale nella realizzazione di un videogame in quanto fornisce il feedback della propria utenza e permette la correzione degli errori (bug).

Segui questo link per iscriverti ai corsi